Ray Ban Wayfarer Rb 2014 Black & White Sunglasses

Emerge quell’atmosfera mista tra satira sociale e thriller che pervaderà l’intera pellicola, ma senza la drammaticità dell’opera appena citata e l’umorismo del tanto bistrattato “Pret a porter”. “The players” oltre che “I protagonisti” sono anche i “Giocatori”, termine che potrebbe essere continuaLa storia “attorno” a I protagonisti è interessante almeno quanto la storia “nel” film. Beninteso in termini di etologia del mondo del cinema.Riassumiamo la vicenda in venticinque parole, come Altman stesso raccomanda si faccia per ogni buon soggetto.

Una crepa intima che spezza vene e cuore nella sequenza in cui Alice, riprodotta (sul computer) e ‘accesa’, parla al suo sé alterato e spento. La malattia al cinema è materia che richiede di connotare le proprie storie di uno spessore nuovo (quello dell’etica) e di una nuova articolazione narrativa. Glatzer e Westmoreland si prendono il rischio e realizzano un film che elude qualsiasi forma di patetismo o di esibizionismo, interrogandosi e misurandosi col dolore muto e ingrato dell’Alzheimer.

Il cucciolo d’uomo Mowgli è cresciuto con il branco di lupi di Akela e mamma Raksha, nel rispetto della legge della Giungla. Al termine della tregua dell’acqua, però, la tigre Shere Khan torna a cercarlo: lei non ha rispetto del territorio altrui e finché non avrà Mowgli tutti i lupi saranno in pericolo. Il bambino decide allora di lasciare il branco, per proteggerlo, e la pantera Bagheera, che per prima lo portò ai lupi quando era piccolissimo, s’impegna a condurlo là da dove è venuto: al villaggio degli uomini.

E ancora riconoscimento alla carriera, Il premio (guarda la video recensione) di Alessandro Gassmann, anche Gigi Proietti e un Nastro ‘collettivo’ come già accaduto per La cena di Ettore Scola, La grande bellezza e Perfetti sconosciuti (guarda la video recensione) va al cast del film di Gabriele Muccino A casa tutti bene. A Gabriele Salvatores un premio nuovo di zecca, il Nastro ‘Argentovivo’ cinema per Il ragazzo invisibile Seconda generazione. Nel segno dell’innovazione, qualità e coraggio produttivo, premiato anche il film di animazione Gatta Cenerentola (guarda la video recensione).Infine, sul fronte migliori tecnici dell’anno, ‘casting director’ 2018 è Francesco Vedovati per Dogman, scelto in una ‘cinquina’ di candidati di cui fanno parte: Annamaria Sambucco (Loro 1 e 2), Barbara Giordani (A casa tutti bene), Francesca Borromeo (Smetto quando voglio Ad Honorem) e Yozo Tokuda (Benedetta follia)..

Lascia un commento