Ray Ban Replica Store

Il quizzone. Così molti giornali hanno definito la terza prova dell di maturità. All si profila nell di licenza delle riformate scuole medie una prova a quiz. Da Moliere a Shakespeare, da Shaw a Pirandello, tanto da meritarsi, nel 1984, il premio Armando Curcio per la rappresentazione de “Un marito” di Italo Svevo, quando ormai aveva smesso i panni di spalla di comici come Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, Raimondo Vianello e Walter Chiari.Si ritirò ufficialmente dal palcoscenico nel 1999 con “L’amante” di Margherite Duras e, preso in considerazione per il ruolo del Giudice nel Pinocchio (2001) di Roberto Benigni (ruolo che poi andò a Corrado Pani), morì fra le braccia della moglie a 89 anni la notte del 29 dicembre 2006, nella clinica San Valentino. Un attore vero, non c’è null’altro da dire. Esattamente come direbbe lui..

Chi riesce a offuscare un belloccio come Riccardo Scamarcio si merita tanto di cappello, specialmente se si tratta di quel talento galvanizzante di Mr. “Mio fratello è figlio unico”.Grintoso, accattivante e con un carisma da sfrontato anti divo, l’attore è la maggiore promessa che il panorama cinematografico italiano possa vantare.La sua natura eclettica e quel volto ora sbarazzino, ora insolente lo rendono talmente unico da accomunarlo ad una delle star Hollywoodiane per eccellenza che, come lui, possiede radici molisane: Robert De Niro.Non ci vorrà molto affinché il resto del mondo si accorga di Elio Germano.Nato nel quartiere romano di Monteverde Nuovo ma originario di Duronia (Campobasso), la stella è l’unicogenito di un architetto e di un’impiegata di banca.Sin da bambino fa emergere il suo amore per la recitazione, prendendo parte agli spettacolini estivi allestiti dai villaggi turistici, dove era solito soggiornare con la famiglia. In seguito, assieme agli amici, nel paese natale dei genitori (Duronia), il piccolo Elio si sbizzarrisce nelle assurde scenette imparate in vacanza.La gavettaNon ancora tredicenne debutta nelle pestifere vesti di Andrea, intonando “Ci Hai Rotto Papà!”, in sella alla sua Mountain Bike.Entra in alcune compagnie no profit come il Colosseo, il Furio Camillo e il Teatro dei Cocci.Durante il liceo scientifico, inoltre, frequenta un corso presso il Teatro Azione diretto da Isabella Del Bianco e Cristiano Censi.Il palcoscenico consente a Germano di sviluppare le notevoli abilità di immedesimazione; per la carica umana che è in grado di infondere nelle rappresentazioni, l’artista trascende ogni altro attore in ascesa, grazie alla radicale passione nonché a quella intensità emozionale che innesta nelle sue performance.

Lascia un commento