Ray Ban Classic Wayfarer Tortoise Green

Yanagawa è una cittadina giapponese anche nota come ‘la Venezia d’Oriente’, per il suo peculiare tessuto urbano inclusivo di ben 470 chilometri di canali idrici, nati come rete di drenaggio e oggi divenuti un’attrazione turistica nazionale. Nel 1985 Takahata Isao avrebbe dovuto ambientarvi un film d’animazione, ma restò così colpito dalla storia della città, i cui abitanti avevano lottato duramente per depurare i canali un tempo inquinati e preservarli dal cemento dell’edilizia moderna, che decise piuttosto di farne un documentario. Uno straordinario documento che come molte altre produzioni dello Studio Ghibli affronta l’eterno dilemma della coesistenza degli ambienti umani e naturali..

Il cinema di Almodovar è quello di qualcuno che ama la sua vita, una sarabanda grottesca divertita e feroce.Nato a Calzada de Calatrava, un piccolo paese della poverissima La Mancha, all’età di otto anni emigra con la famiglia a Estremadura. A dieci anni, entra in una scuola cattolica dove assisterà agli abusi dei salesiani sui suoi compagni di studio. Lo shock dell’esperienza lo allontanerà dalla Chiesa e dall’idea di proseguire la sua istruzione.

Davvero splendido questo capolavoro di Jean Luc Godard che viene definito come una delle massime espressioni della Nouvelle Vague, imperdibile. Parigi è lo sfondo magico della storia, ma qua c’è qualcosa in più: l’ambientazione fredda autunnale crea un alone malinconico nel quale tuttavia i protagonisti si muovono con ardore e spensieratezza, animati dallo spirito giovanile e dalle nuove tendenze degli anni ’60. Una storia semplice: due ragazzi, Franz (Sami Frey) e Arthur (Claude Brasseur), amici e appassionati di cinema, incontrano Odile (Anna Karina), giovane ragazza bella e ingenua.

In mezzo alle due stagioni della fiction trova il tempo di girare anche il film per il cinema Piede di Dio (2009). Sempre sul grande schermo è poi presente in entrambi i capitoli della commedia dei sessi di Fausto Brizzi, Maschi contro Femmine (2010) e Femmine contro Maschi (2011), e fa coppia con la showgirl argentina Belen Rodriguez in Se sei così, ti dico si (2011) di Eugenio Cappuccio. Nel 2013 è protagonista del film di Sergio Rubini Mi rifaccio vivo.Che Belén Rodrguez sia davvero così, e che tutti le dicano di sì, è un fatto ormai assodato.

Studia alla Washington Elementary School, poi alla Bayonne High School, segue poi il diploma alla Columbia High School e un periodo di permanenza scolastica alla Maplewood School District che culminerà nel 1959 con la laurea in arte drammatica alla Syracuse University, dove però saranno più i guai fatti con i futuri attori Larry Hankin e Carl Gottlieb e con la confraternita Alpha Chi Rho di cui faceva parte, che le performance a nel palco scolastico.L’esordio nel Diario di una casalinga inquietaNel 1965, comincia la gavetta teatrale e televisiva. Prima in qualche episodio di The Trials of O’Brien (1965) con Peter Falk e NET Playhouse (1967). Poi dal 1970, debutta al cinema grazie a Diario di una casalinga inquieta di Frank Perry dove, accanto alla rock star Alice Cooper, riesce a strappare da subito una candidatura ai Golden Globe come miglior promessa maschile.

Lascia un commento