Prices Of Ray Ban In Philippines

Tra le new entry: Alessio Boni (assente, come Neri Marcorè, alla presentazione), ma anche un’amichevole partecipazione di Dario Argento. Da non dimenticare il divertente ed ironico sipario offerto da Carla Signoris e Giuseppe Battiston ovvero la presentatrice tv e il Dottor Freiss. Seconda edizione di un prodotto percepito da subito come trendy, che ha brillato per la critica, come spiega, orgogliosamente, Fabrizio Del Noce, direttore delle fiction Rai, anche a motivo dell’attesa che c’è stata per questa seconda stagione, contraddistinta da spot musicali, tipici della narrativa della serie, grazie ad una regia che il direttore definisce elegante e al di sopra delle aspettative.

Debutta sul palcoscenico nel 1960 e per vent’anni lavora presso la Royal Shakespeare Company, la più prestigiosa compagnia d’arti drammatiche inglese. A metà degli anni 70 alterna il palcoscenico teatrale con presenze in serie e miniserie televisive. La prima partecipazione ad un film importante è nel 1981 con Excalibur di John Boorman.

Vai alla recensioneIl ricordo che lascia credo sia meglio del film stesso. E’ un film basato più sulle immagini che sulle parole. La scenografia, i costumi, i colori e la musica valgono molto, e alcuni tocchi stilistici di regia sono alquanto apprezzabili.

Ambientato nella zona di République e interpretato da Natalie Portman, l’episodio di Tykwer, forse per la presenza di quest’ultima, è uno di quelli che si ricordano più volentieri. Nel 2006 arriva l’atteso Profumo Storia di un assassino. Tykwer, di nuovo in una coproduzione internazionale, dirige Dustin Hoffman in un thriller in costume ambientato nel XVIII secolo.

Supereroe e supermezzatacca nel demenziale Mystery Men (1999), viene diretto da Edward Norton nella commedia Tentazioni d’amore (2000), nella parte di un rabbino.Sposato all’attrice Christine Taylor, ha da questa due figli: Ella Olivia e Quinlin Dempsey. decisamente il suo periodo d’oro, soprattutto grazie all’umoristico testa a testa con Robert De Niro che investe le pellicole: Ti presento i miei (2000) e Mi presenti i tuoi? (2004), entrambe di Jay Roach. Per non parlare dell’assoluta anormalità de I Tenenbaum (2001) di Wes Anderson.

La presenza nel cast di due vecchie glorie come Alice Cooper (del quale in una piccola parte è presente anche la figlia Calico) e Iggy Pop incrementa notevolmente il tasso di autenticità rock. Il fatto che poi i due vecchiacci se la cavino alla grande non guasta: Alice Cooper non è nuovo a parti più o meno lunghe in film horror (si possono citare almeno Il signore del male di John Carpenter e l’ineffabile Monster Dog di Claudio Fragasso) e ha una fisicità perfetta per il ruolo; lo stesso si può dire per Iggy Pop, sul cui volto si leggono decadi di sregolatezza e trasgressività. Il fatto che uno rappresenti il volto suadente del Male e l’altro quello saggio di un Bene del tutto particolare è una curiosa e apprezzabile sintesi del mondo del rock, almeno di quello heavy.

Lascia un commento